Pianeti Intorno alle Stelle di Diamanti

Pianeti Intorno alle Stelle di Diamanti

“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”
Probabilmente una delle frasi piu’ belle in assoluto, ma che ad oggi forse non ha una base poi cosi’ solida. Fabrizio de Andre’ rimani comunque un poeta (ndr).

Chiaramente dai diamanti non nascono i fiori, tuttavia forse qualcosa puo’ nascere. Il 26 marzo 2016 Natalie Mashian, dottoranda alla Harvard University ed il suo relatore di tesi Avi Loeb pubblicano uno strano articolo su “Monthly Notices of the Royal Astronomical Society” nel quale parlano di mondi i cui gli ingredienti principali, diversamente dalla Terra (composta da ferro e silicati), sono carburi, grafite e diamante.

Nel mirino dell’articolo i ricercatori puntano le CEMP (carbon-enhanced metal-poor stars), stelle povere di metalli ma particolarmente ricche di carbonio. Queste sono stelle piuttosto rare e risalenti alla preistoria dell’Universo.

Le primissime generazioni di stelle, essendosi formate in un’epoca in cui la tavola periodica si riduceva ad una riga o poco piu’ erano necessariamente senza metalli. Solo attraverso la nucleosintesi avvenuta con le prime supernove la tabella si e’ arricchita di nuove celle. Le stelle CEMP le possiamo definire biologicamente come anemiche, contengono un centomillesimo del ferro presente oggi nel Sole.

La vita come oggi la conosciamo e’ basata sul carbonio, la ricerca tenta per cui di dimostrare che anche stelle con una frazione di carbonio possono ospitare pianeti con una vita di epoche remote.

I pianeti CEMP sono costituiti probabilmente da morbidi grani di polvere di carbonio, compattati assieme a dare origine a mondi neri come la pece. Le loro atmosfere sono presumibilmente ricche di gas come il monossido di carbonio ed il metano.

Secondo Mashian “non sapremo mai se esistono, se nemmeno proviamo a dare un’occhiata con la tecnica dei transiti”.

Testo: Luca Tonietti
Foto: scitechdaily.com
Fonti: https://arxiv.org/abs/1603.06943