Singolarità Tecnologica

Singolarità Tecnologica

In Futurologia, una Singolarità Tecnologica è un punto in cui il progresso tecnologico accelera oltre la capacità di comprendere e prevedere degli esseri umani. La singolarità può riferirsi all’avvento di un’intelligenza superiore a quella umana, e ai progressi tecnologici che, a cascata, si presume seguirebbero da un tale evento, salvo che non intervenga un importante aumento artificiale delle facoltà intellettive di ciascun individuo.

Il concetto di Singolarità Tecnologica come è conosciuto oggi viene accreditato al matematico e romanziere Vernor Vinge. La sua concezione viene spesso interpretata con l’affermazione che il progresso tecnologico cresce all’infinito come avviene per una singolarità di tipo matematico. Questa conclusione porta alla conseguenza di una visione finalistica in cui la singolarità assume il significato di “distruttrice” della civilizzazione umana.

L’analisi storica del progresso dimostra che l’evoluzione tecnologica segue un andamento esponenziale e non lineare come si sarebbe proni a pensare. Questo si può notare anche nello sviluppo del pianeta Terra e della sua popolazione. Dividendo la storia in sei epoche è possibile risalire al processo evolutivo:

  • Epoca 1 (creazione della cellula);
  • Epoca 2 (il DNA fornisce un metodo per registrare i risultati degli esperimenti evolutivi);
  • Epoca 3 (si sviluppa il cervello, nasce il pensiero razionale);
  • Epoca 4 (nascono gli hardware e i software);
  • Epoca 5 (fusione tra tecnologia e intelligenza umana);
  • Epoca 6 (l’intelligenza umana non biologica si diffonde in tutto l’universo).

Tutto questo susseguirsi di eventi accelera continuamente. L’evoluzione delle forme di vita ha richiesto milioni di anni, ora la tecnologia biologica (evoluzione) è palesemente più lenta della tecnologia creata dall’uomo.

La Singolarità Tecnologica è molto affascinante da un punto di vista fantascientifico, cosa accadrà nessuno lo può prevedere con certezza. Esistono nell’universo civiltà che hanno raggiunto il loro culmine tecnologico? Quando noi lo raggiungeremo, se mai lo faremo, saremmo in grado di esplorare lo spazio profondo?

Abbiamo finora parlato del concetto di singolarità, ma effettivamente questa parola a cosa si riferisce?

In matematica, indica in generale un punto in cui l’ente matematico degenera e perde parte delle proprietà di cui gode negli altri punti generici. In un punto singolare, una funzione o le sue derivate possono non essere definite e nell’intorno dello stesso punto possono tendere all’infinito.

In fisica, i punti singolari sono quelli in cui si verifica una singolarità matematica delle equazioni del campo, dovuti ad esempio ad una discontinuità geometrica del dominio. Un esempio classico è la singolarità gravitazionale, questa, nella teoria della relatività, è un punto nel cui intorno l’attrazione gravitazionale tende all’infinito, come ad esempio un buco nero.

Testo: Luca Tonietti

Foto: https://umbertograndi.nova100.ilsole24ore.com/2016/02/26/siamo-vicini-ad-una-singolarita-tecnologica/

https://www.scienzainrete.it/articolo/quando-lintelligenza-artificiale-prende-tre-allesame/emanuele-bottazzi/2019-05-26

Fonti: https://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/19940022855.pdf

https://www.kurzweilai.net/the-law-of-accelerating-returns

https://it.wikipedia.org